STUDIO DI ARCHITETTURA
TORRICELLI ASSOCIATI
La naturale pendenza del terreno è stata assunta nel progetto per il complesso scolastico-sportivo, fino a caratterizzare la morfologia e l’organizzazione funzionale tese a garantire il massimo grado di integrazione tra le parti.
Edifici e spazi aperti prospettano gli uni sugli altri teatralmente, lungo i terrazzamenti che degradano dal piano del cimitero a quello delle scuole, a quello del campo sportivo, della piscina e degli orti, fino al parco che si estende a terrazzo sul bastione dei parcheggi.
L’edificio della scuola media ha sviluppo orizzontale; si articola in corpi disposti a diverse quote, seguendo l’andamento a balze del terreno. La biblioteca, la palestra e il teatro-auditorio, accessibili al pubblico, si collocano all’intersezione dei percorsi pedonali di accesso. I corpi delle aule e degli uffici amministrativi si sviluppano a gradonate ai lati dello spazio centrale coperto illuminato dall’alto, conformato come teatro, nel quale sboccano tutti i nuclei didattici e di servizi della scuola. Il calcestruzzo a vista definisce i volumi conformati in senso plastico secondo un’idea di architettura che si esprime nelle variazioni di un’unica materia.
in corso 2000-2009 1990-1999 1980-1989 1970-1979
Pubblicazioni
Gruppo di progettazione
progetto
Angelo Torricelli con Antonio Locatelli e Pietro Salmoiraghi
red., Scuola media dell’obbligo a Lumezzane di Brescia, in “Ottagono”, n. 31, dicembre 1973;
L. S. d’Angiolini, Paese e fabbrica fanno scuola. Scuola media di Pieve a Lumezzane, Brescia, in “L’architettura-cronache e storia”, n. 294, aprile 1980;
H. Hansen, Progetto come ricerca destinata, in “Hinterland”, n. 17, marzo 1981;
E. Bordogna e G.P. Semino, Poetic responsibility and iconographic overabundance. Architecture of the last two decades, in Aa. Vv., Post-war Italian architecture, a cura di A. Christofellis, in “Architektonica themata - Architecture in Greece”, 1981;
M. Gastel, Dice l’architetto “questi sono i miei gioielli”, in “La Repubblica”, 12 novembre 1983;
red., Architettura in Lombardia: Selezione IN/Arch, in “Abitare”, n. 222, marzo 1984;
G. Canella, Gusto della falsificazione e gusto della realtà, in “Controspazio”, n. 1-2, gennaio-giugno 1985;
M. Tafuri, Storia dell’architettura italiana 1944-1985, Einaudi, Torino 1986;
Aa. Vv., Architettura dei luoghi urbani: nodi e margini, a cura di R. Spagnolo e G. Bertelli, Guerini e Associati, Milano 1991;
A. Torricelli, Luoghi architettonici, in E. Faroldi, Città Architettura Tecnologia, Edizioni Unicopli, Milano 2000.

Mostra Mostra sulla città, Facoltà di Architettura di Milano, 1974.

 

Scuola media con biblioteca civica e palestra a Lumezzane,
località Pieve, 1973 - 1979