STUDIO DI ARCHITETTURA
TORRICELLI ASSOCIATI
Il complesso rurale è composto da più elementi disposti in linea all’interno di un terrazzamento. Nell’edificio principale convivono più funzioni quali la casa dei proprietari, l’abitazione dei lavoratori dell’azienda vinicola, i locali per la produzione. Il progetto rafforza l’originaria funzione dell’intero complesso e potenzia l’attività dell’azienda, dotandola globalmente di un maggior numero di servizi. L’impianto planivolumetrico richiama l’idea della tipologia basilicale tramite l’inserimento di una sorta di transetto che si sviluppa tagliando trasversalmente il corpo di fabbrica da est a ovest. I suoi bracci risaltano sull’intonaco bianco dell’edificio, terminando con facciate in mattoni che richiamano una torre campanaria. L’occhio circolare convoglia la luce in una fascia luminosa che internamente taglia la “navata principale” secondo l’asse nord-sud. Nell’edificio principale, restaurato e ampliato, la parte ad est è stata sopralzata rendendo utilizzabile l’ultimo piano. Tra questo corpo e quello di nuova costruzione, avvolto dal portico-terrazzo, si inserisce il transetto che costituisce la mediazione tra gli alloggi al primo-secondo piano e il salone a tutta altezza sul quale essi convergono come in uno spazio unitario, quasi teatrale. Tale sensazione è accentuata dal ballatoio interno che corre, in quota, lungo le pareti laterali e si affaccia sul salone in cui il protagonista principale è la torre camino posta al centro dello spazio.
I materiali e le tecniche utilizzati sono quelli della tradizione locale. Il mattone faccia a vista costituisce un segno verticale che scandisce le campiture d’intonaco bianco, connubio ricorrente nel paesaggio della pianura Padana.
2000-2009 1990-1999 1980-1989 1970-1979
Pubblicazioni
Gruppo di progettazione
A. Acocella, L’architettura dei luoghi, Edizioni Laterconsult, Roma 1992;
A. Acocella, Tetti in laterizio, Edizioni Laterconsult, Roma 1994;
L. Salvadori, L’architettura dei luoghi, in “Casabella”, n. 602, giugno 1993;
E. Faroldi, La “cascina di Bacco”. Restauro ed ampliamento della Cascina San Pietro a Piverone, in “Recuperare”, n. 3, aprile 1994;
M. Aprile, Casa dolce casa. Riflessioni, esempi, divagazioni sulla casa unifamiliare contemporanea, Flaccovio Editore, Palermo 1997;
P. Righetti, Casa con transetto, in “Modulo”, n. 247, dicembre 1998;
G. Anedi, Architettura tra interno ed esterno, in “Argomenti di Architettura”, n. 1, 2000.
Restauro e ampliamento della Cascina San Pietro a Piverone
1986 - 1992
progetto
Angelo Torricelli con Antonio Locatelli e Mariateresa Rampi
e con Claudio Padovani, Daria Rampini
collaboratori
Sabrina Greco, Adele Misitano
strutture
Ferruccio Ollearo
direzione lavori
Ferruccio Ollearo
impresa
Ugo Ollearo
fotografie
Stefano Topuntoli
in corso