STUDIO DI ARCHITETTURA
TORRICELLI ASSOCIATI
In Cerignola, la sovrapposizione o l’accostamento dei tipi, dei principi e delle regole, non negano, fino a tempi recenti, la sua fondamentale struttura, la forma complessiva dello spazio urbano e rurale. Entro tale struttura, si evidenziano alcuni caratteri dominanti: la forma urbis e la forma agri, strettamente connesse, seppure morfologicamente distinte; le influenze dell’ambiente geografico sul corpo urbano, evidenziate dalle relazioni fra la trama viaria della regione territoriale e la trama viaria urbana.
La classica opposizione città-campagna non è pertinente per una realtà come questa. Il borgo di Cerignola, nel corso della storia fino all’età moderna, non è altra cosa rispetto al territorio.
I progetti a scala urbana si compongono entro un piano unitario  che prende le mosse dal riconoscimento delle permanenze per rifondare la struttura della città, concepita a partire dalla definizione degli assi viari e della loro gerarchia. Essi si compongono entro un piano unitario fondato sul progetto urbano che costituisce l’esito degli studi condotti nell’ambito della elaborazione del nuovo Piano regolatore generale di Cerignola, affidato nel 1995 al Dipartimento di Progettazione dell’Architettura del Politecnico di Milano (Angelo Torricelli progettista incaricato; Antonio Monestiroli, Vincenzo Donato responsabili scientifici), adottato nel 1999 dal Consiglio comunale e approvato nel 2004 dalla Regione Puglia.
Il tracciato del tratturo Regio, a cui, nel corso della storia, si è sempre riferita la forma della città, si configura come un parco lineare esteso fino a una testata esterna caratterizzata da nuovi impianti per lo sport e lo spettacolo, e una testata interna, definita dalla nuova villa Ducale, prevista in luogo dell’attuale campo sportivo comunale.
La riforma della città a partire dal riconoscimento della sua struttura comporta un’inversione di tendenza nel modo di concepire la crescita dell’organismo urbano: dall’ampliamento per nuclei periferici disposti intorno al nocciolo centrale, alle addizioni ordinate dai sistemi infrastrutturali. La cintura verde di rispetto assume valore formale come orlatura della “città compatta”, prendendo un ruolo analogo a quello delle vigne e degli orti domestici sui bordi delle “agrocittà”.
I progetti muovono dall’obiettivo di controllare la qualità della nuova edificazione dal punto di vista morfologico e tipologico, vincolando le costruzioni al rispetto delle regole coerenti al principio insediativo prescelto. In questo senso, prendono particolare rilevanza i progetti di riqualificazione del quartiere San Samuele e del Quartiere Torricelli, nuclei periferici disposti intorno al centro storico, per mezzo dei quali, negli ultimi trent’anni, si è incentivato l’allargamento della città secondo uno schema radiale monocentrico. I progetti di completamento e di recupero danno valore preminente al disegno dello spazio pubblico e alla ridefinizione  del rapporto tra questo e gli spazi privati.
2000-2009 1990-1999 1980-1989 1970-1979
Pubblicazioni
Gruppo di progettazione
progetto
Dipartimento di Progettazione dell’Architettura,
Politecnico di Milano:
Angelo Torricelli (progettista incaricato),
Antonio Monestiroli, Vincenzo Donato, Mario Ardita
(responsabili scientifici),
con Umberto Bloise, Stefano Gaudimundo,
Domenico Chizzoniti, Lorenzo Sparago
consulenti
Federico Acuto, Piero Favino (viabilità)
Sabrina Greco, Walter Bloise (schede normative)
Marco Robecchi (regolamento edilizio)
Luisa Ferro, Mariateresa Rampi (studi storici e tipologici)
Ottorino Meregalli, Lorenzo Stelitano
(redazione computerizzata delle tavole)
Custode Amato, Vito Mastroserio (ufficio tecnico comunale)
red., Il Politecnico “firma” il Prg di Cerignola, in “Il Sole 24 Ore”, 4 dicembre 1999;
R. Gamba, È nato a Milano il prg di Cerignola, in “Italia Oggi”, 5 gennaio, 2000;
Aa. Vv., Periferie e nuove urbanità, a cura di F. Bucci, Electa, Milano 2003;
A. Torricelli, Agrocittà come paradigma. Studi e progetti per Cerignola, in ”Quaderni di Architettura”, n. 23, Milano 2002;
A. Torricelli, Bordi della città e approdi dalla campagna. Progetti per Cerignola, in Aa.Vv., Periferie e nuove urbanità, a cura di F. Bucci, Electa, Milano 2003;
A. Torricelli, Agrotown as a paradigm, in Aa.Vv., The European city. Architectural Interventions and Urban Transformations, Delft University Press, Delft 2005.
A. Torricelli, Comporre la città. Progetti a Cerignola, presentazione di C. Piva, in “Aión”, n. 11, 2006.
A. Torricelli, Forma Urbis/Forma Agri. Residenza e spazio pubblico a Cerignola/Residence and public space in Cerignola in Aa.Vv., Community / architecture. Documents from the Festival Architettura 5 2009-2010, a cura di E. Prandi, Festival Architettura Edizioni, Parma, 2010.

Mostra La vera città, ricerche e progetti, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica, Milano, 3-19 dicembre 1999.
Mostra Periferie e nuove urbanità, Triennale di Milano, giugno-ottobre 2003.
Piano regolatore generale di Cerignola
1995 - 2002
in corso